Tumore diagnosticato in ritardo: si ha diritto ad un risarcimento?

14 Dicembre 2022

Un medico è uno specialista professionista che si occupa di molteplici attività, tutte riguardanti lo stato di salute e di benessere dei suoi pazienti. Tra queste tante attività svolte da un medico, a ricoprire una primaria importanza c'è quella della diagnosi, che può essere definita come il riconoscimento o l'identificazione di una malattia per un paziente, eseguita attraverso le giuste indagini strumentali e sulla base di eventuali sintomi. L'attività della diagnosi, quindi, è da considerare la prima fase in cui un medico cerca di identificare l'eventuale malattia che può colpire un paziente: è importante, però, che questa diagnosi sia eseguita in maniera tempestiva, al fine di garantire al paziente tutte le cure possibili per assicurarsi una pronta a celere guarigione.

Un ritardo della diagnosi, infatti, a maggior ragione se riguarda un tumore, potrebbe comportare un notevole aggravamento della malattia, con una conseguente cura più invasiva (che può comprendere anche difficili operazioni chirurgiche), ma nei casi più sfortunati potrebbe condurre anche alla morte del paziente. Per questo motivo, la risposta al titolo di questo articolo è un sì: il paziente ha diritto ad un risarcimento in caso di tumore diagnosticato in ritardo. Per spiegare meglio questo concetto, ci serviremo della vicenda avvenuta nella città di Milano ad una paziente, a cui era stato diagnosticato tardivamente un tumore al seno da un medico ginecologo e da un radiologo.

La vicenda avvenuta a Milano: una tardiva diagnosi di tumore al seno

Ormai tre anni fa, nel 2019, la Corte di Cassazione Civile è stata tenuta ad affrontare il particolare caso di una paziente che chiedeva un risarcimento danni malasanità: questa sua richiesta era indirizzata a due medici, un ginecologo e un radiologo, colpevoli della sua tardiva diagnosi di tumore al seno. Più in particolare, la paziente aveva citato in giudizio i due medici davanti al Tribunale di Milano, richiedendo un risarcimento danni proprio a causa della tardiva diagnosi di un carcinoma mammario.

L'accusa che la paziente aveva rivolto al ginecologo, il quale era consapevole della presenza di un nodulo al seno, era quella di aver rimandato di oltre trenta giorni la visita medica per ulteriori accertamenti, ritardando così le cure di oltre settanta giorni. L'accusa rivolta al radiologo, invece, era quella di non aver diagnosticato il tumore già alla prima radiografia, ma solamente alla seconda. Nel frattempo, per fortuna, la paziente si era rivolta ad un altro medico, che si stava effettivamente occupando delle cure per debellare il carcinoma mammario.

Come primo risultato, il Tribunale di Milano aveva riconosciuto come responsabile solo il radiologo, ritenendo comunque che la diagnosi tardiva non avesse avuto alcuna ripercussione né sulla salute della paziente né sull'evoluzione della malattia. In sede di appello, successivamente, la Corte di Appello di Milano aveva ritenuto responsabili sia il radiologo sia il ginecologo, ma escludeva comunque la possibilità di un risarcimento danni. Nel frattempo, la paziente coinvolta in questo caso è deceduta: a seguito del ricorso presentato dalla sua erede, questa causa è arrivata alla Corte di Cassazione Civile.

La vicenda avvenuta a Milano: la sentenza della Corte di Cassazione

Al contrario di quanto stabilito presso il Tribunale e presso la Corte di Appello di Milano, la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della erede della paziente, ritenendo che la sintomatologia manifestata dalla paziente ai due medici rappresentava un problema molto serio e meritevole di attenzione e andava, quindi, affrontato con la giusta tempestività; questa tempestività, inoltre, è strettamente legata alle cure e alla possibilità di guarigione da un tumore.

La Corte di Cassazione si è espressa diversamente rispetto al Tribunale e alla Corte di Appello di Milano anche per quanto riguarda il risarcimento dei danni. Per tutti questi motivi, la Corte di Cassazione ha stabilito il rinvio della causa alla Corte di Appello di Milano, al fine di ottenere una nuova decisione.   Se vi trovate coinvolti in una situazione di questo tipo o molto simile al caso che abbiamo esaminato in questo articolo, non esitate a prendere contatti con lo studio legale Bombaci & partners, esperto in risarcimento danni Torino.


Altri articoli

E' possibile avere un risarcimento danni per aver subito degli atti vandalici all'auto?

Non è mai piacevole constatare che la propria auto ha subito dei danni in seguito ad un incidente, ma è davvero frustrante scoprire dei graffi alla carrozzeria, conseguenza di atti vandalici avvenuti, nella maggior parte delle volte, in assenza di testimoni. Se non si conosce il colpevole, per ot...

Risarcimenti danni per errori medici durante il parto

Una sezione separata della responsabilità sanitaria o della malasanità, come spesso viene chiamata, è il risarcimento dei danni conseguenti gli errori medici che possono verificarsi durante la cura di una gestante e, soprattutto, al momento fatidico del parto. La legge Gelli prevede degli indenn...

Invalidità temporanea o permanente: cosa dice la legge?

Accade molto spesso che, in seguito ad un incidente, derivino lesioni personali tali da determinare, a carico del danneggiato, un’invalidità temporanea o permanente. La prima consiste nella limitazione provvisoria della capacità del soggetto, che si verifica nei giorni immediatamente successivi ...

Sul risarcimento è prevista una tassazione?

Una delle domande che più frequentemente ci viene posta dai nostri assistiti, una volta risarciti, è la seguente: “sulla somma ottenuta a titolo di risarcimento devo pagare le tasse?”. Sul risarcimento è prevista una tassazione? Scopriamolo E la nostra risposta il più delle volte è: “dipende!”

LEGGI LE OPINIONI DELLE PERSONE CHE ABBIAMO AIUTATO AD OTTENERE UN RISARCIMENTO…

  • Risarcimento danno oculistico
    L. C.

    “Sono stata vittima di malasanità presso un noto ospedale della mia città, dove ho subito gravi danni all’occhio destro a causa della negligenza dell’oculista di turno. Mi sono rivolta allo studio dell’avvocato Bombaci, consigliatomi da un’amica che era stata assistita per un altro caso di malasanità. Non posso che confermare la competenza dell’avvocato Bombaci e di tutto il suo staff. Sono stata seguita con grande professionalità e grazie a loro ho ottenuto il giusto risarcimento.”

  • Risarcimento morte anziana in casa di riposo
    G. D.

    “Mi sono affidata a loro dopo che mia zia è deceduta a seguito di una caduta in una casa di riposo. Inizialmente ero un pò scettica a dare l’incarico, ma mi sono ricreduta dopo il primo incontro con l’avvocato Bombaci che si è dimostrato sensibile e competente. Nonostante la casa di cura non fosse coperta da assicurazione, l’avvocato Bombaci è riuscito a farmi ottenere un risarcimento per la perdita della mia cara zia, oltre alla copertura di tutte le spese funerarie”.

  • Risarcimento danno odontoiatrico
    A. R.

    “Ho avuto gravi danni a causa di uno pseudo dentista che, invece di curarmi, mi ha rovinato la bocca! Inizialmente non volevano risarcirmi, così, dopo aver letto su internet le recensioni positive sull’avvocato Bombaci, ho deciso di rivolgermi a lui per provare ad ottenere un risarcimento. Devo dire che la sua assistenza è stata determinante! In tempi rapidi mi ha fatto ottenere un buon risarcimento ed anche il pagamento delle ulteriori spese che dovrò sostenere per altri interventi necessari a riparare il danno.”

  • Risarcimento per errato intervento chirurgico
    R. L.

    “Durante un intervento chirurgico ho subito una perforazione intestinale a causa di un errore medico, così ho deciso di rivolgermi allo studio dell’avvocato Bombaci per chiedere un risarcimento alla struttura sanitaria. Sono estremamente soddisfatto di come è stato gestito il mio caso dall’inizio alla fine e del risarcimento ottenuto. Ho trovato, prima ancora che dei professionisti, delle persone, che mi hanno saputo comprendere ed assistere non solo dal punto di vista legale, ma anche morale. ”

    LEGGI LE ALTRE RECENSIONI DA GOOGLE...

    Se anche tu sei stato Vittima di Malasanità non lasciare che la cosa rimanga impunita…

    Affidati a dei Professionisti del Settore ed ottieni il Risarcimento che Meriti!
    INIZIA DA QUI, COMPILA IL FORM E RICHIEDI UNA PRE ANALISI GRATUITA DEL TUO CASO.

    INSIEME POSSIAMO OTTENERE GIUSTIZIA

    ©2021 Tutti i diritti riservati. Realizzato da Gabriele Pantaleo.