Leucemia mieloide

13 Gennaio 2022

Quando parliamo di leucemia mieloide facciamo riferimento ad una malattia che si origina all’interno del midollo osseo e si sviluppa molto rapidamente. Proprio a causa della sua capacità di ingrandirsi in poco tempo, è chiamata acuta.

Il midollo osseo, di consistenza molto spugnosa, si trova nelle nostre ossa, sia lunghe che piatte. Qui nascono le cellule immature, le quali daranno poi origine ai globuli rossi, bianchi e alle piastrine. Capiamo quindi quanto sia importante la funzione del midollo osseo, per il benessere complessivo e le funzionalità di tutti gli organi del nostro corpo.

Sintomatologia e cause: come individuare la malattia

I sintomi che fungono da campanello d’allarme per il riconoscimento della LMA, fortunatamente fanno la loro comparsa subito.

Esistono tuttavia sintomi non specifici come ad esempio la stanchezza, la febbre o la perdita di appetito. L’anemia anche può rappresentare un segnale che non andrebbe “preso sotto gamba”. I sintomi comunque, che dovrebbero farci allarmare di più sono i seguenti:

  • dolori muscolari;
  • dolori osteo-articolari sparsi in tutto il corpo;
  • brividi frequenti con febbre annessa;
  • perdita consistente di peso.

Le cause possono essere svariate, spesso si tratta di malattie di tipo ereditario, ma non sempre. Infatti diverse categorie di lavoratori sono esposti allo sviluppo della leucemia, in quanto lavorano in ambienti malsani e dannosi per la salute.  In particolare si tratti di lavoratori:

  • esposti a polvere di amianto;
  • agricoltori esposti a sostanze chimiche tossiche;
  • lavoratori di industrie chimiche, o impiegate nella lavorazione di gomma e riparazione di pneumatici:
  • addetti al rifornimento di benzina;
  • lavoratori di fabbriche dedite alla produzione di cosmetici e tessuti.

Diagnosi: a quali esami sottoporsi

Appena il quadro sintomatologico diventa più chiaro, tanto da destare il dubbio, bisogna sottoporsi immediatamente ad esami mirati. Prima di tutto è bene effettuare un prelievo di sangue, che consente di capire quali sono i valori del sangue, e, in particolare, lo stato della porzione corpuscolare. Infatti la leucemia causa quasi subito anemia, la quale comporta una produzione di un numero più ridotto di piastrine e una crescita o diminuzione dei globuli bianchi. Inoltre la forma delle cellule che verranno osservate, è un indizio fondamentale per diagnosticare o meno la malattia.

Nel caso in cui venga confermata la leucemia, allora sarà necessario sottoporsi ad un ulteriore prelievo, stavolta non solo di sangue ma anche di midollo osseo. Inoltre i successivi test di tipo molecolare, sapranno dirci da quale tipo di leucemia siamo stati colpiti.

Infine è bene sottolineare che gli esami per immagini, ovvero i raggi X, l’ecografia oppure la risonanza magnetica di solito vengono realizzati nel momento in cui si ipotizza un’infiammazione. E grazie a questi è possibile dedurre lo stato attuale e di avanzamento della malattia.

Pensi di avere diritto a un risarcimento per una malattia professionale?

Richiedi una pre-analisi gratuita del tuo caso

Leucemia mieloide acuta e malattia professionale: la rendita INAIL

La leucemia mieloide acuta rientra nella Lista I dell’INAIL, nel Gruppo 6. Questo significa che da un punto di vista legale la malattia in questione dà diritto alla rendita INAIL, a benefici di tipo pensionistico e previdenziale, come sancito inoltre dalle Legge 257/1992.

Per farne richiesta è bene affidarsi a professionisti in campo legale, che riescano a ottenere in modo rapido l’indennizzo adeguato. Alla richiesta occorrerà allegare tutta la documentazione medica necessaria a dimostrare la causa di tipo professionale. Inoltre sarebbe preferibile allegare anche una perizia medico legale di parte.

Leucemia mieloide acuta e risarcimento danni

Qualora venga dimostrata la sussistenza di un nesso causale fra esposizione colposa alla sostanza nociva sul luogo di lavoro e l’insorgere della leucemia mieloide acuta, sarà possibile ottenere, oltre alla rendita INAIL, un risarcimento dal datore di lavoro.

Se si è vittime di leucemia mieloide acuta sviluppata sul luogo di lavoro, bisogna affidarsi a professionisti che possano prestare la migliore assistenza legale e medico legale. Lo Studio Bombaci & Partners si compone di un organico altamente qualificato ed è in grado, anche grazia alla collaborazione di medici specialisti e medici legali di parte, di assistere tutti coloro che abbiano contratto una malattia professionale. Affidandosi allo Studio Legale Bombaci & Partners si avrà la garanzia di essere assistiti da avvocati con esperienza nel campo, formati per garantire un risarcimento danni Torino alla persona. Soprattutto per quanto concerne malattie professionali, è molto importante affidarsi ad un team specializzato di avvocati, che possano fornire un quadro completo e preciso dell’iter da seguire. Inoltre lo Studio Legale Bombaci & Partners si impegna, per quanto possibile, a ridurre le tempistiche per la definizione delle controversie, garantendo un servizio legale altamente efficiente.

 

Vittima di malattia professionale?

Richiedi subito la nostra assistenza legale.

 Insieme possiamo ottenere giustizia!


Altri articoli

Demansionamento sul Lavoro

Risarcimento Danni per Demansionamento sul Lavoro a Torino: informazioni e consulenza su StudioLegaleRisarcimentoDanni.it degli avvocati Bombaci e Laganà All’atto della sua assunzione il lavoratore viene informato immediatamente di quello che sarà il suo inquadramento contrattuale con la relativ...

Incidente stradale mortale

Nel caso in cui una persona muoia in un incidente stradale, i suoi familiari hanno il diritto di chiedere un risarcimento. Già, ma di quali familiari si parla? Proviamo a fare chiarezza in merito partendo dal concetto di danno da perdita parentale, che dal punto di vista normativo trova riferimen...

Strada dissestata senza segnalazione: risarcimento danni in caso di incidente

Capire chi è responsabile della maggior parte degli incidenti stradali non è un mistero. Se vieni fermato a un segnale di stop e l'auto dietro di te ti tampona, è molto probabile che quel conducente sia responsabile per i danni al tuo veicolo e per eventuali lesioni subite. Ma cosa succede se il ...

Sul risarcimento è prevista una tassazione?

Una delle domande che più frequentemente ci viene posta dai nostri assistiti, una volta risarciti, è la seguente: “sulla somma ottenuta a titolo di risarcimento devo pagare le tasse?”. Sul risarcimento è prevista una tassazione? Scopriamolo E la nostra risposta il più delle volte è: “dipende!”

©2021 Tutti i diritti riservati. Realizzato da Gabriele Pantaleo.