Vittima di Malasanità a Torino? Insieme possiamo ottenere giustizia!

“La salute è il bene più prezioso di cui disponiamo e dovrebbe essere preservata, specialmente dalla scienza medica. Per questo, di fronte ad ogni caso di malasanità, ci immedesimiamo nei nostri assistiti, facendo nostro quel profondo senso di frustrazione ed impotenza che ci spinge a dare il massimo per ottenere giustizia!”

Avv. Alessio Bombaci - Founder
Avvocati Esperti
Medici Legali Convenzionati
Casi Esaminati
%
Clienti Soddisfatti

Hai bisogno di assistenza legale per un risarcimento danni da malasanità Torino?
Siamo pronti a fornirti un aiuto concreto per far valere i tuoi diritti.

Malasanità a Torino

Sempre maggiore, nel nostro paese, è la quantità di casi di risarcimento danni da malasanità. Complice di tale aumento è, sicuramente, lo sviluppo crescente di una cultura volta alla tutela di chi è vittima di questi eventi, i quali includono strutture del nord e del sud del paese, in maniera assolutamente indifferenziata.

Le classifiche mostrano, inoltre, come questi eventi non siano affatto rari ma, al contrario, siano in costante aumento. Nel momento in cui ci si reca presso una struttura sanitaria, le aspettative sono sempre molto alte. Ciò è, tuttavia, giustificato da una classifica dell’Unione Europea che pone la sanità italiana tra le migliori di tutta l’Unione Europea.

Nonostante tale informazione possa definirsi assolutamente corretta, è innegabile la presenza di punti deboli in grado di causare ai cittadini disservizi che hanno inevitabili ripercussioni sul loro stato di salute.

L’importanza di raccogliere la documentazione necessaria in caso di risarcimento danni malasanità a Torino

Nel momento in cui ci si trovi dinnanzi ad un qualsiasi caso di malasanità, sono molteplici i fattori in grado di ricoprire un ruolo fondamentale. Tra di essi: la motivazione che ha portato il paziente ad accedere alla struttura sanitaria, che ciò si verifichi tramite pronto soccorso, ambulatorio o reparto di degenza, i tempi di intervento e, infine, la qualità dei servizi offerti al paziente da parte della struttura sanitaria.

Ogni ASL ha l’obbligo di porre a disposizione del cittadino, in seguito ad una sua richiesta, alcuni indicatori di efficienza volti a chiarire quali siano i suoi diritti e quali, invece, gli impegni che egli si impegna a prendere nei confronti del servizio sanitario.

In questo senso, la possibilità di avere continuamente a disposizione smartphone dotati di macchina fotografica, corrisponde ad un grande vantaggio, assente fino a qualche anno fa. Tramite tali dispositivi è stato, infatti, possibile documentare episodi aberranti che hanno dominato, per mesi, la cronaca giornalistica. Tra di essi: disservizi molto gravi e soprusi che hanno trovato il loro culmine nell’intervento da parte di forze dell’Ordine e Magistratura.

Avere accanto un avvocato specializzato in risarcimento danni per malasanità rappresenta, dunque, sicuramente la base per poter avviare un qualunque tipo di richiesta risarcitoria. Il legale sarà, infatti, in grado di inquadrare l’evento, richiedere la documentazione medico-sanitaria necessaria e intervenire prima che determinate situazioni, particolarmente compromettenti, possano subire modifiche o, semplicemente, possano essere dimenticate.

Così facendo, sarà possibile far sì che la situazione descritta rimanga cristallizzata nel tempo, essendo ricostruibile anche a distanza di anni. E’ fondamentale che il materiale di interesse venga raccolto in maniera estremamente selettiva e ragionata, così da evitare la raccolta di materiale eccessivo quanto inutile ai fini della causa.

Malasanità: alcuni casi di risarcimento danni a Torino

Unitamente al Giudice, al quale è attribuito il compito di decidere sempre in totale autonomia, in caso di episodi di malasanità, a definire l’entità del risarcimento sono anche apposite tabelle di risarcimento di cui ogni tribunale dispone.

Un eclatante caso di malasanità a cui è corrisposto un altrettanto eclatante rimborso danni è quello della vicenda che ha visto coinvolta la vedova di un emotrasfuso che contrasse l’HIV.

A quest’ultima, il Tribunale di Genova concesse la somma di 600 mila euro a titolo di ristoro del danno subito. Un secondo caso ha visto protagonista un paziente cui è stato diagnosticato un tumore alla prostata quando era ormai divenuto incurabile.

In seguito ad un lungo e complesso iter decisionale e di accertamento, il Tribunale di Vicenza ha riconosciuto alla famiglia dell’uomo una somma pari ad un milione di euro a titolo di risarcimento danni. Infine, il Tribunale di Palermo ha riconosciuto, alla famiglia di un paziente deceduto a causa di un errore medico, una somma di denaro pari a 600 mila euro.

Tutti e tre gli esempi portati alla luce corrispondono a risarcimenti piuttosto consistenti che sono stati resi possibili da un’attività giuridica che solo un avvocato specializzato in malasanità avrebbe potuto portare avanti.

Se anche tu credi di esser stato vittima di un caso di malasanità e sei alla ricerca di un avvocato specializzato in grado di offrirti l’assistenza giudiziaria necessaria, sei nel posto giusto. Gli avvocati Bombaci e Laganà, essendo specializzati in risarcimento danni, saranno in grado di offrirti una dettagliata analisi giuridica del caso senza alcun tipo di impegno.

La procedura per richiedere il risarcimento del danno da malasanità a Torino

Nel momento in cui si ritenga di esser stati vittima di un caso di malasanità, il primo step sarà, sicuramente, mettersi in contatto con un legale specializzato in tale tipologia di cause. Durante questa prima fase, il cliente esporrà brevemente il proprio caso e riceverà, in maniera totalmente gratuita, una prima valutazione rispetto agli eventuali presupposti di risarcibilità.

A questo punto, per poter accedere alle informazioni private del cliente e visionare la cartella clinica, egli dovrà sottoscrivere un modulo privacy. La sottoscrizione di tale modulo non comporta, tuttavia, alcun tipo di impegno da parte del cliente. Il terzo passaggio consisterà, poi, nell’invio della documentazione clinica e della cronistoria allo Studio Legale Risarcimento Danni.

Per poter dare al cliente un parere esaustivo, infatti, il legale avrà la necessità di visionare la cartella clinica ed essere in possesso di un racconto, il più dettagliato possibile, della vicenda medica. Dunque, in seguito ad accordo con i cliente, si procederà all’assegnazione dell’incarico ad un medico legale, o ad un medico specialista di parte, il quale avrà il compito di fornire un suo parere rispetto a responsabilità dei sanitari e/o della struttura sanitaria coinvolti all’interno della vicenda medica. Lo Studio procederà, quindi, all’invio di una diffida, la quale avrà lo scopo di porre in mora il medico e/o la struttura ospedaliera e la Compagnia Assicurativa, interrompendo i termini di prescrizione.

In caso di esito negativo della fase stragiudiziale, al cliente sarà presentato un preventivo relativo ai costi del giudizio. Nel caso in cui il preventivo dovesse essere da quest’ultimo accettato, si procederà al deposito del ricorso per “accertamento tecnico preventivo” ai sensi dell’art.696 bis c.p.c. Tale procedura culminerà con il deposito di una consulenza tecnica effettuata dal consulente medico del Giudice, il quale potrà individuare la responsabilità della controparte e il nesso causale tra errore medico e danno. Si procederà, quindi, alla definizione transattiva.

In seguito al positivo esperimento della procedura accennata in precedenza, molto probabilmente si giungerà ad una transazione con la controparte o con l'assicurazione della stessa. Nel caso in cui non si dovesse raggiungere un accordo transattivo, si procederà tramite giudizio ex art. 702 o con giudizio ordinario.

La controparte o l’assicurazione di quest’ultima provvederanno, quindi, ad effettuare il pagamento di quanto dovuto all’assistito entro e non oltre 60 giorni. Solo dopo aver incassato il risarcimento, il cliente provvederà al saldo della parcella dello Studio.

Dicono di noi

  • Risarcimento danno oculistico
    Luisa C.

    “Sono stata vittima di malasanità presso un noto ospedale della mia città, dove ho subito gravi danni all’occhio destro a causa della negligenza dell’oculista di turno. Mi sono rivolta allo studio dell’avvocato Bombaci, consigliatomi da un’amica che era stata assistita per un altro caso di malasanità. Non posso che confermare la competenza dell’avvocato Bombaci e di tutto il suo staff. Sono stata seguita con grande professionalità e grazie a loro ho ottenuto il giusto risarcimento.”

  • Risarcimento morte anziana in casa di riposo
    Giuseppina D.

    “Mi sono affidata a loro dopo che mia zia è deceduta a seguito di una caduta in una casa di riposo. Inizialmente ero un pò scettica a dare l’incarico, ma mi sono ricreduta dopo il primo incontro con l’avvocato Bombaci che si è dimostrato sensibile e competente. Nonostante la casa di cura non fosse coperta da assicurazione, l’avvocato Bombaci è riuscito a farmi ottenere un risarcimento per la perdita della mia cara zia, oltre alla copertura di tutte le spese funerarie”.

  • Risarcimento danno odontoiatrico
    Alberto R.

    “Ho avuto gravi danni a causa di uno pseudo dentista che, invece di curarmi, mi ha rovinato la bocca! Inizialmente non volevano risarcirmi, così, dopo aver letto su internet le recensioni positive sull’avvocato Bombaci, ho deciso di rivolgermi a lui per provare ad ottenere un risarcimento. Devo dire che la sua assistenza è stata determinante! In tempi rapidi mi ha fatto ottenere un buon risarcimento ed anche il pagamento delle ulteriori spese che dovrò sostenere per altri interventi necessari a riparare il danno.”

  • Risarcimento per errato intervento chirurgico
    Roberto L.

    “Durante un intervento chirurgico ho subito una perforazione intestinale a causa di un errore medico, così ho deciso di rivolgermi allo studio dell’avvocato Bombaci per chiedere un risarcimento alla struttura sanitaria. Sono estremamente soddisfatto di come è stato gestito il mio caso dall’inizio alla fine e del risarcimento ottenuto. Ho trovato, prima ancora che dei professionisti, delle persone, che mi hanno saputo comprendere ed assistere non solo dal punto di vista legale, ma anche morale. ”

    Compila il form per raccontarci il tuo problema

    Articoli correlati

    Hai bisogno di assistenza legale a Torino per un risarcimento?
    Siamo pronti a fornirti un aiuto concreto per far valere i tuoi diritti.

    DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI SUL RISARCIMENTO DANNI MALASANITA' A TORINO

    Risarcimento danni malasanità Torino: a chi rivolgersi?
    Nel caso in cui si ritenga di essere vittime di un caso di malasanità e si intenda, dunque, ottenere un risarcimento danni malasanità Torino, sarà possibile rivolgersi agli avvocati Bombaci e Laganà. Specializzati in risarcimento danni malasanità, essi saranno in grado di fornire al cliente un servizio di consulenza giudiziaria estremamente valido e professionale.
    Qual è la procedura da seguire per ottenere un risarcimento danni malasanità a Torino?

    Per ottenere un risarcimento danni malasanità a Torino, sarà necessario mettersi in contatto con il cliente, successivamente procedere alla sottoscrizione del modulo privacy così da consentire l’accesso alla cartella medica da parte del legale, l’acquisizione del parere di un medico legale di parte, la redazione e l’invio diffida di messa in mora, la sottoesposizione di un preventivo, la redazione del ricorso per accertamento tecnico preventivo, la definizione transattiva e, infine, il pagamento del risarcimento e il conseguente pagamento della parcella allo Studio Legale.

    Quanto costa richiedere una consulenza legale al fine di ottenere un risarcimento danni malasanità a Torino?

    Il prezzo di una consulenza legale al fine di ottenere un risarcimento danni malasanità a Torino varia sulla base della lunghezza dell’iter giudiziario, dell’entità del danno causato e sulla base di molteplici altri fattori.

    Non è possibile, dunque, definire un prezzo a priori. Tuttavia, in seguito al primo contatto, sarà cura degli avvocati Bombaci e Laganà fornire un preventivo chiaro e dettagliato relativamente ai costi da sostenere.

    Perché, nel caso in cui si ritenga di essere vittime di casi di malasanità a Torino, sarà consigliabile rivolgersi ad un legale esperto?

    Nel caso in cui si ritenga di essere vittime di casi di malasanità a Torino, sarà opportuno rivolgersi ad un legale esperto in quanto solo quest’ultimo, in virtù delle sue competenze, sarà in grado di portare avanti la causa in maniera adeguata.

    Quali sono i casi di malasanità più eclatanti che hanno trovato epilogo positivo?

    Tra i casi di malasanità più eclatanti rientra, sicuramente, quello che ha visto la vedova di un emotrasfuso, che aveva contratto l’HIV, ricevere un rimborso danni pari a 600 mila euro. La sentenza fu emessa dal Tribunale di Genova.

    Cosa accadrà nel momento in cui non si dovesse raggiungere un accordo transattivo?

    Nel caso in cui non si dovesse raggiungere un accordo transattivo, si procederà tramite giudizio ex art. 702 o con giudizio ordinario.

    Quali sono i fattori da tenere in considerazione nel momento in cui ci si trovi di fronte ad un possibile cado di malasanità a Torino?

    Nel momento in cui ci si trovi dinnanzi ad un qualsiasi caso di malasanità, sono molteplici i fattori in grado di ricoprire un ruolo fondamentale.

    Tra di essi: la motivazione che ha portato il paziente ad accedere alla struttura sanitaria, che ciò si verifichi tramite pronto soccorso, ambulatorio o reparto di degenza, i tempi di intervento e, infine, la qualità dei servizi offerti al paziente da parte della struttura sanitaria.


    ©2021 Tutti i diritti riservati. Realizzato da Gabriele Pantaleo.