Risarcimento danni per lesioni dei nervi

15 Febbraio 2022

 I nervi svolgono alcuni ruoli importanti nel corpo. Oltre a far provare sensazioni quando si tocca qualcosa, aiutano anche con il movimento muscolare e la funzione degli organi interni. In più, sono anche il mezzo mediante il quale viene provata la sensazione di dolore. Se vengono danneggiati, non sono più in grado di svolgere correttamente questi ruoli importanti. I sintomi di una lesione ai nervi sono i seguenti:

  • Intorpidimento, formicolio e bruciore prolungato
  • Sudore eccessivo senza attività fisica
  • Difficoltà a muovere una parte del corpo.
  • Movimenti goffi
  • Intensi e brevi mal di testa
  • Dolore diffuso in tutto l’arto
  • Frequente stimolo a urinare.
  • Scarsa o ritardata sensazione di dolore

Quali sono le cause della lesione dei nervi?

La lesione dei nervi può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ma le zone spesso più colpite sono gli arti e le spalle. Le lesioni possono verificarsi attraverso:

  • Lacerazione nel tessuto nervoso
  • Gravi lividi (contusione)
  • Ferite da arma da fuoco
  • Stretching (trazione)
  • Lesioni da elettricità

Inoltre, le lesioni sono molto comuni tra le persone che praticano sport sia a livello amatoriale che professionale e in alcune tipologie di mestieri che comportano spesso l’utilizzo delle braccia.

Pensi di avere diritto a un risarcimento per lesioni dei nervi?

Richiedi una pre-analisi gratuita del tuo caso

Lesione dei nervi: la diagnosi

Il primo passo del medico sarà quello di esaminare la storia medica del paziente, chiedendogli informazioni circa eventuali incidenti o interventi chirurgici precedenti e discutendo con lui i sintomi che avverte. Successivamente, il medico eseguirà un esame fisico e neurologico del paziente. Nel caso in cui quello neurologico mostra effettivamente segni di una lesione del nervo, il medico procederà ad alcuni testi diagnostici, che sono:

  • Elettromiografia (EMG).
  • Studio della conduzione nervosa
  • Risonanza magnetica (MRI).

L’elettromiografia prevede l’inserimento di un elettrodo ad ago sottile nel muscolo in modo da registrare l’attività elettrica dello stesso sia a riposo che in movimento. Se l’attività muscolare risulta ridotta, è molto probabile che ci sia una lesione del nervo.

Lo studio della conduzione nervosa viene fatto posizionando degli elettrodi in due punti diversi del corpo per misurare la quantità di segnali elettrici che passano attraverso i nervi. Nel caso in cui questi segnali siano sotto la norma, è sicuramente presente un danno ai nervi.

Invece, la risonanza magnetica, tramite l’utilizzo di campo magnetico e onde radio, produce immagini dettagliate dell’area interessata dal danno nervoso.

Lesione dei nervi: il trattamento

La lesione parziale di un nervo guarisce con riposo e terapie specifiche. Invece, una lesione completa (recisione) è molto difficile da trattare e il recupero potrebbe non essere possibile.

Il medico determinerà il trattamento in base all'entità e alla causa della lesione. Se il nervo sta guarendo correttamente, un intervento chirurgico potrebbe non essere necessario. Sarebbe anche utile far riposare l'area interessata fino a quando non sarà guarita. I nervi si riprendono lentamente e il recupero massimo può richiedere molti mesi o diversi anni. Saranno necessari controlli regolari per assicurare che il paziente stia recuperando in modo soddisfacente.

A seconda del tipo e della gravità della lesione nervosa, potrebbero essere necessari farmaci come l'aspirina o l'ibuprofene per alleviare il dolore. Il medico potrebbe anche raccomandare la terapia fisica per prevenire la rigidità e ripristinare la funzione.

Lesione dei nervi: come fare per ottenere un risarcimento

Nel caso in cui a seguito di un incidente o un infortunio causato da terzi si dovesse subire la lesione dei nervi, sarà possibile chiedere al responsabile civile e/o alla sua compagnia assicurativa il risarcimento del danno fisico e morale.

A volte la lesione dei nervi può anche essere la conseguenza di un caso di malasanità e in questi casi può essere responsabile la struttura sanitaria.

Costituisce ormai un principio generale quello secondo cui in caso di lesione dei nervi che poteva essere evitata, la struttura sanitaria è tenuta al risarcimento di tutti i danni patiti dal danneggiato.

In ogni caso in cui si è rimasti vittima della lesione dei nervi è fondamentale conservare tutta la documentazione medica atta a testimoniare l’origine del danno o malattia che ha portato all’amputazione del dito.

Soltanto in questo modo si potrà assolvere all’onere probatorio ed ottenere un equo risarcimento dei danni Torino.

Il consiglio è quello di affidarsi e farsi seguire da un avvocato esperto in risarcimento danni, che sia in grado di valorizzare e provare le singole voci di danno.

Lo Studio Legale Bombaci & Partners vanta una pluriennale esperienza nel settore ed è in grado di tutelare al meglio gli interessi dei propri assistiti, grazie anche alla preziosa collaborazione con numerosi medici legali di parte, con il cui supporto viene garantita l’esatta quantificazione del danno.

 

Vuoi ottenere un risarcimento del danno per la lesione dei nervi?

Richiedi subito la nostra assistenza legale. Insieme possiamo ottenere giustizia!

 

 

 

 

 

 

 


Altri articoli

Causa civile per risarcimento danni morali: come chiedere il risarcimento?

Riferimenti normativi e caratteristiche generali Nell'ordinamento italiano la maggior parte delle norme in tema di risarcimento danni derivano dal codice civile. Vengono in rilievo, a tal proposito, l'art. 2043 e l'art. 1223: entrambi si riferiscono a due tipi diversi di responsabilità e si diff...

Allagamento Appartamento

Risarcimento Danni per Allagamento Appartamento a Torino: informazioni e consulenza su StudioLegaleRisarcimentoDanni.it degli avvocati Bombaci e Laganà La possibilità che un appartamento si allaghi può dipendere in genere da due fattori, uno interno e l’altro esterno. Nel primo caso la perdita d...

Entro quanto tempo deve risarcire i danni per sinistri stradali la Compagnia Assicurativa?

La questione di quanto tempo impiega una richiesta di risarcimento per l'assicurazione auto non è né semplice né banale. Ci vuole una squadra per gestire i casi assicurativi; non dipendono da una sola persona. Ci sarà un processo coinvolto durante il quale dovrai rispondere alle domande, i periti...

ll paziente cade nella casa di cura: la struttura è responsabile

Se il paziente cade nella casa di cura, la struttura è responsabile a meno che non dimostri di aver adottato tutte le cautele necessarie ad evitare l’evento. È quanto confermato dal Tribunale di Roma, con la sentenza n. 12033 del 13 giugno 2017. Il paziente cade nella casa di cura - La vicenda ...

©2021 Tutti i diritti riservati. Realizzato da Gabriele Pantaleo.